Adesso l'eterna lotta di Facebook contro lo spam si sta fuocalizzando sugli "Engagement bait".

Facebook ha deciso di porre fine al nuovo tipo di "clickbait": i vari post che chiedono alle persone di mettere "mi piace", condividere o commentare solo per aumentare il numero di persone coinvolte. Facebook li chiama "Engagement bait".

Probabilmente vi sarà capitato di vedere nella vostra bacheca post che vi chiedevano: "Metti mi piace se pensi che i gatti siano migliori e condividi se pensi che lo siano i cani". E' una tattica che utilizza gli algoritmi di Facebook, per incrementare la loro visibilità, ovvero vengono premiati i post che ottengono più "mi piace" o che vengono condivisi maggiormente. 

Facebook si è schierata contro chi utilizza questi metodi e ribadisce nel suo blog che oltretutto non piacciono nemmeno alle persone che si ritrovano queste spam in bacheca.

A partire da Lunedì i post che Facebook considererà "Engagement bait" verranno declassati nelle News Feed. Tra quale settimana i gruppi  le pagine che continueranno a utilizzare questi metodi avranno sempre più una visibilità ridotta. 

Facebook costantemente modifica i propri algoritmi per aumentare o diminuire la priorità a specifici tipi di contenuti. La scorsa settimana ha incrementatao la visualizzazione di video e ha dimezzato i post clickbait o link a pagine esterne con troppa pubblicità.

Non è chiaro se il cambiamento del loro algoritmo stia funzionando, Facebook non dichiara se i contenuti spam sono diminuiti grazie alle loro modifiche. Sappiamo comunque che stanno continuando a modificare il loro algoritmo e questo implica che ancora i clickbait non sono statai debellati, ma sicuramente possiamo affermare che ci sia molta meno spam.

Domande?  Preventivi? Mettiti in contatto con noi!